Le scuole

Scuola Polo Formazione

Registro elettronico

Calendario

News dalle reti

Archivio del sito Ragazzi del Fiume

20 NOVEMBRE: I DIRITTI DELL’INFANZIA

20161118_113413Articolo a cura della redazione RDF delle classi quinte della scuola primaria di Moimacco
Un po’ di storia…
Nel 1920 al termine della prima guerra mondiale, una crocerossina, di nome Eglantine Jebb, aveva potuto constatare tutte le sofferenze dei bambini nei conflitti. Scrisse allora una lettera chiamata “ Dichiarazione dei diritti dell’Infanzia “ per smuovere l’opinione pubblica. La spedì alla Società delle Nazioni con sede a Ginevra.

La lettera venne presa in considerazione nel 1924. Nacque così la “Prima dichiarazione dei diritti dei bambini” in cinque punti.
Nel frattempo scoppiò la seconda guerra mondiale e nuovamente si pensò che ancora una volta i bambini avrebbero sofferto.
Ed ecco che a Londra nel 1942 nacque la “ Carta dei diritti “, ma stavolta in sei punti.
Alla fine della seconda guerra si capì che i bambini avevano sofferto ugualmente. Fu così che a Ginevra nel 1948 vennero scritti i sette articoli della “ Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia”. Finalmente il 20 novembre 1959 vennero approvati dieci articoli e il 20 novembre 1989 le Nazioni Unite, ne approvarono ben cinquantaquattro.
I 54 articoli, oggi in vigore, possono essere così riassunti; noi abbiamo riflettuto e ci siamo chiesti come possiamo contraccambiare.
1. Diritto alla vita: in cambio noi bambini ci impegniamo a rispettare tutte le creature, anche le più fragili.
2. Diritto al nutrimento: in cambio noi bambini abbiamo il dovere di non sprecare e non disprezzare il cibo.
3. Diritto alla famiglia:…..rispettare i nostri cari, mamma, papà, nonni, fratelli, aiutarli nei momenti difficili.
4. Diritto alle cure:…….aiutare il prossimo e gli anziani.
5. Diritto allo studio:……impegnarci nello studio con tutte le nostre possibilità, applicandoci con impegno e rispettando chi ci insegna.
6. Diritto al gioco:……fare giochi all’altezza, regalare quelli che non mi servono più a chi non ne ha.
7. Diritto alla pace:…….non offendere nessuno e andare d’accordo con tutti .
8. Diritto ad essere soccorso per primo:……e poi aiutare gli altri.
9. Diritto a non essere sfruttato:…. non sfruttare gli altri in nessun modo.
10. Diritto alla Patria: …..rispettandone i valori.