Le scuole

Scuola Polo Formazione

Registro elettronico

Calendario

News dalle reti

Archivio del sito Ragazzi del Fiume

“MESTRE, FASIN FURLAN?” ARCHIVIO DEL LABORATORIO DI LINGUA FRIULANA E CLIL

labfri

 

 

ANNO SCOLASTICO 2018/19

1. “L’agnul di Premariâs”
In questi ultimi giorni dell’anno scolastico, alunni di Premariacco e di altre scuole hanno avuto la possibilità di fare visita al laboratorio di restauro allestito presso la chiesetta di San Silvestro a Premariacco.
Oggetto dell’eccezionale intervento l’angelo che da sempre svettava in cima al campanile. Un’occasione unica per vederlo da vicino prima che risalga per almeno altri duecento anni alla sua sede più vicina alle nuvole.
Non ci siamo certo lasciati sfuggire l’occasione e siamo andati a salutarlo ci è parso così magnifico e imponente che non potevamo non dedicargli un pensiero speciale.
Gli alunni della classe 5B in “L’angelo del campanile di Premariacco”

2. ” Lui e Jè ”  Emoziôns in stop motion
Gli alunni della classe 3 sez. A  si confrontano sulle emozioni ne imparano le espressioni e le riproducono utilizzando disegni e la tecnica dell’animazione in stop motion.
Costruiscono un cartone animato dando voce ai due personaggi.

3. “Paîs”
Gli alunni della classe 4B  della scuola primaria di Premariacco, dopo aver lavorato alla sceneggiatura basata sul testo della poesia, utilizzando l’applicazione stop-motion, un tablet e decine di disegni, danno vita al cartone animato “Paîs”

4. Corvat
Gli alunni e le alunne della classe 3A questa volta alle prese con una bella poesia di Giacomo Vit,
con la stesura di una sceneggiatura e la realizzazione delle scenografie. Il lavoro è stato complesso e ha richiesto ai ragazzi la soluzione di molti problemi nella realizzazione dei set di ripresa. In tanti però una soluzione si trova sempre…

FORSI, DOMAN LA NÊF
Scuola primaria di Premariacco
Un laboratorio con gli alunni e le alunne della classe 4B sulla poesia di Mario Argante.
I ragazzi progettano all’interno di una scatola un teatro dove mettere in scena le loro animazioni e riprese.

 

ANNO SCOLASTICO 2017/18

Scuola primaria di Premariacco.
Mentre i più piccoli della seconda, si trasformano in piccoli scienziati cimentandosi in piccoli esperimenti, nelle classi quarte e in quinta si lavora sulla poesia.
I primi hanno il compito di creare dei tutorial scientifici, in lingua friulana naturalmente. Sperimentano in prima persona l’esperienza scientifica per poi riproporla con un video che la documenta in tutte le sue fasi.
Gli alunni più grandi si cimentano invece con i nostri poeti e con la messa in scena dei loro versi.
Qui di seguito i lavori prodotti.

1. Ciant da li ciampanis – Video poesia
Gli alunni della classe quarta A lavorano sul testo poetico di PierPaolo Pasolini “Ciant da li ciampanis”. Lo scopo è trasformare il testo in un video emozionale con immagini, audio e recitazione. Verso dopo verso si discute, ci si confronta per trovare una chiave interpretativa e una modalità per rappresentarli. Si scrive insieme una sceneggiatura e si creano i materiali per allestire il set di ripresa. Si mettono in gioco competenze diverse, chi disegna, chi scrive, chi registra, chi recita, chi traduce, chi allestisce il set, chi si occupa dei titoli. Si apprendono tecniche di ripresa e software per la gestione di file audio. Tutti collaborano e si mettono in gioco in ruoli diversi.

 

2. Svaporade – Esperimento sull’evaporazione dell’acqua

I piccoli scienziati della classe seconda si mettono all’opera in un laboratorio in modalità CLIL dove si fa scienze, si lavora allo studio dell’immagine e si usa la lingua friulana.
Un cantiere di idee, ipotesi, sperimentazioni e multimedialità dove si gioca a far finta di…per imparare giocando e divertendosi.

3.  ” La nâf spazial ” – Video-poesia
Gli alunni e le alunne della classe quinta della scuola primaria di Premariacco rendono omaggio a Federico Tavan, creando sui versi della poesia “La nâf spazial” un cortometraggio di animazione.
Sceneggiatura, voci e musiche sono state elaborate dagli stessi alunni che hanno lavorato creando anche disegni e oggetti per le animazioni in stop motion.

4. Svaporade – Secondo esperimento “Svaporade dai fačolets”

I piccoli scienziati della classe seconda questa volta alle prese con il ciclo dell’acqua, sperimentano come calore del sole e vento, favoriscano l’evaporazione.

5. Cercli – Omaggio alla poesia di PierPaolo Pasolini

Una video poesia realizzata con disegni e tecnologia dagli alunni della classe quarta A della scuola primaria di Premariacco.

6. El  Viaç di Pluff – Cartone animato creato dagli scienziati della classe 2°

Questa volta i piccoli scienziati della classe seconda della scuola primaria di Premariacco sono alle prese con il ciclo dell’acqua.
Vi racconteranno la storia di Pluff una gocciolina che viveva in un ruscello, ma un bel giorno…
Guardate qui cosa successe

7. L’inno di Radio FrittoMisto
Anche lo scatenato gruppo di Radio FrittoMisto accetta la sfida e prepara niente po po’ di meno che…il suo inno in lingua friulana.
Ma non basta, oltre che a cantare i nostri prodi progettano coreografie di ballo e quel che ne esce è come si potrebbe…definire…una…FRITTDANZA ?!

8. Peraulis di Ploe
Scopriamo che nella lingua friulana c’è un termine specifico per tutte le forme della pioggia!
Le parole che parlano di pioggia sono tantissime! I nostri scienziati hanno scelto alcuni termini e ve li spiegano in questo video

 

copertina9. “LA NAF SPAZIAL” Libro

Questo lavoro nasce nel laboratorio di lingua friulana che ha convolto gli alunni e le alunne della classe quinta della scuola primaria di Premariacco nella messa in scena della poesia “La nâf spazial” di Federico Tavan.
La storia di Federico e la sua poesia ci hanno emozionato, tra i versi, le riprese, le mani che coloravano e ritagliavano, si è parlato di temi importanti: della diversità, della tristezza e del male di vivere, del pregiudizio, dell’importanza delle parole e delle cose belle che possono nascere anche dall’isolamento, dalla disperazione, che possono ridare valore alla vita e insegnarci a diventare più forti e più saggi.
Giuliana Fedele

Qui puoi sfogliare e scaricare il libro.