Le scuole

Scuola Polo Formazione

Registro elettronico

Calendario

News dalle reti

Archivio del sito Ragazzi del Fiume

SULLE TRACCE DEL..NEOLITICO

IMG_3532Oggi, 18 maggio, noi bambini delle classi terze della scuola primaria di Moimacco ci siamo recati in visita al Centro visite storico-archeologico di Pozzuolo. Qui la nostra guida ci ha raccontato che molto tempo fa un signore di nome Alfio, mentre arava il suo campo situato a Sammardenchia, ha scoperto una grande quantità di oggetti molto simili tra loro, tutti piccoli e appuntiti. Così il signor Alfio, incuriosito, ha chiesto aiuto ad un suo amico archeologo che ha subito capito che si trattava di oggetti risalenti alla Preistoria, più precisamente all’epoca del Neolitico. Sono iniziate quindi delle lunghe ricerche sul campo che hanno permesso di recuperare moltissime informazioni e reperti su come viveva l’uomo del Neolitico poiché si è scoperto che a Sammardenchia erano stati trovati i resti di un villaggio risalente a ben 7000 anni fa. Noi siamo rimasti affascianti perché fino ad ora abbiamo solo letto sui nostri libri di questi incredibili uomini, nostri antenati, e poter vedere con i nostri occhi la selce appuntita, le asce fatte con bastoni e ciottoli di fiume ben levigati, i primi vasi, le prime tazze ci ha davvero impressionati. Pensate che già allora esistevano dei contenitori per la spazzatura creati con l’argilla all’interno del terreno. In realtà prima questi contenitori erano dei silos, cioè grandi vasi in cui l’uomo del Neolitico conservava i semi e i legumi durante l’inverno, ma una volta che questi silos si rompevano e si rovinavano venivano usati come contenitori della spazzatura. A Sammardenchia sono stati ritrovati anche grossi pezzi di ossidiana, una roccia molto lucida e nera che si trova in prossimità dei vulcani e proveniente dalla Sicilia,  quindi ciò sta a significare che già da allora esisteva una prima forma di commercio tra gli uomini primitivi..il baratto. Insomma, abbiamo scoperto tantissime informazioni e toccato con mano ciò che abbiamo letto e studiato sul libro. In più la nostra guida ci ha aiutato a realizzare gli intrecci al telaio come facevano gli uomini primitivi per realizzare i loro indumenti o coperte. Ci siamo divertiti e affascinati molto e vogliamo ringraziare qui, anche noi, il signor Alfio per aver condiviso con tutti le sue straordinarie scoperte! A cura delle classi terze, scuola primaria di Moimacco.IMG_3515IMG_3529IMG_3543